Vero o Falso Olio extravergine d'oliva
Consigli

Il vero e il falso sull’ Olio extra vergine d’Oliva: pregiudizi da sfatare

Posted On Novembre 10, 2018 at 10:30 am by / No Comments


E’ vero che l’olio extravergine d’oliva ….?

Vero o Falso Olio extravergine d'oliva
Il gioco del vero e falso è stato pubblicato nel volume Succo di olive. Guida ragionata alla conoscenza degli oli, dalla produzione al consumo consapevole. Il testo di seguito riportato è un breve estratto del capitolo 8 di “Tutto quello che c’è da sapere senza incorrere in pregiudizi”.
 

 


L’olio extravergine di oliva è più grasso dell’olio di semi ?
FALSO!

Tutti gli oli contengono la stessa quantità di grasso e apportano 9K/cal per grammo. L’olio extra vergine di oliva non è più calorico di quello di semi e poichè risulta più saporito ne basta una minore quantità.


L’olio extravergine di oliva è più pesante e quindi meno digeribile degli oli di semi ?
FALSO!

L’olio extravergine di oliva è il più digeribile degli oli, non ha controindicazioni ed è consigliato anche nella dieta del lattante.


Tutti i grassi di tipo vegetale sono simili da un punto di vista dietetico-nutrizionale ?
FALSO!

L’olio di palma e di cocco nascosti molto spesso dietro la dicitura “Grassi vegetali” riportata sull’etichetta del prodotto, sono ricchi di acidi saturi tipici del mondo animale pertanto la generica dicitura “Grassi vegetali” non garantisce la qualità nutrizionale del prodotto.


L’olio di semi è il più adatto per la frittura ?
FALSO!

L’olio extravergine d’oliva resiste meglio alle alte temperature. Tra gli oli di semi il più adatto alla frittura è quello di arachide.


La padella è un tegame adatto per friggere ?
FALSO!

La forma larga e bassa del recipiente fa si che l’olio contenuto abbia un’ampia superficie di contatto con l’aria, ossidandosi rapidamente. È preferibile utilizzare un recipiente stretto e profondo (es. friggitrice).


L’olio d’oliva scaduto è dannoso per la salute ?
FALSO!

Non è dannoso, ad eccezione di quando si presenta rancido, ma presenta caratteristiche nutrizionali inferiori e può presentare caratteristiche organolettiche non gradevoli.


Le bottiglie di vetro trasparente sono i contenitori più adatti alla conservazione dell’olio ?
FALSO!

Le bottiglie di vetro scuro meglio se avvolte con un film metallico, i contenitori di alluminio o in banda stagnata o di acciaio inox sono i più adatti poiché l’olio è protetto dalla luce che catalizza l’ossidazione in maniera molto rapida.


L’aceto è un prodotto adatto per detergere dei recipienti utilizzati per la conservazione dell’olio ?
FALSO!

È da evitare tale tipo di prodotto poiché lascia facilmente odore che è prontamente assorbito dall’olio. Le migliori sostanze da usare per la pulizia ed il lavaggio sono la soda caustica o un detersivo senza profumi opportunamente diluiti in acqua calda. È importante poi risciacquare abbondantemente


Qualsiasi ambiente è adatto per la conservazione dell’olio ?
FALSO!

La conservazione dell’olio deve avvenire in ambienti a temperatura costante (+10+15 °C), al buio, evitando la vicinanza di detersivi profumati, salumi, vino, aceto o altre sostanze odorose facilmente assorbibili dall’olio. Le confezioni utilizzate durante l’uso quotidiano, vanno tenute lontane da fonti di calore, richiuse con cura e riposte al buio.


Un prodotto genuino è sempre di alta qualità ?
FALSO!

Potremmo definire la genuinità come il livello minimo di qualità o un pre-requisito dell’olio. Tanto più i valori di alcuni parametri chimici si abbassano rispetto a quelli massimi previsti dalla legge, tanto più elevato è il livello di qualità. Per esempio, un olio extra vergine con acidità 0,2 è di qualità superiore rispetto ad un olio extra vergine con acidità 0,8 pur risultando entrambi entro i parametri di legge.


La qualità dell’olio extra vergine di oliva è determinata esclusivamente da fattori naturali ?
FALSO!

Anche i fattori antropici, identificabili con le pratiche colturali dell’olivo e la conservazione delle olive prima della molitura, influiscono in maniera determinante sulle caratteristiche dell’olio, per cui la qualità nasce in campo ed è preservata in frantoio.


Un olio extra vergine di qualità è anche tipico ?
FALSO!

Un olio extravergine di qualità è tipico solo se possiede delle caratteristiche organolettiche (sapore, odore e colore) peculiari, derivati essenzialmente dall’ambiente geografico e dalle caratteristiche varietali da cui ha tratto origine. Possiamo dire che la tipicità è l’espressione massima garantita della qualità, soprattutto quella territoriale.


L’AMARO è una caratteristica sensoriale negativa dell’olio extra vergine di oliva ?
FALSO!

L’amaro è un sapore caratteristico dell’olio ottenuto da olive verdi o appena invaiate, quindi è un carattere positivo.


Il PICCANTE è una caratteristica negativa dell’olio ?
FALSO!

Il bruciore in gola (piccante) è una percezione pungente caratteristica degli oli ottenuti all’inizio della campagna da olive ancora verdi quindi è un carattere positivo.


L’ACIDITÀ dell’olio è percepita con il gusto ?
FALSO!

L’acidità non è percepibile a livello gustativo, ma solo attraverso un’analisi chimica e rappresenta la percentuale di acido oleico libera.


Acquista il nostro Olio e godi di queste proprietà, ricette e curiosità !

ACQUISTA ORA !


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.