Olio Extravergine d'oliva e la digestione
Olio e Dieta

L’ olio d’ oliva e l’ alta Digeribilità

Posted On Ottobre 25, 2018 at 4:08 pm by / No Comments


Olio Extravergine d'oliva e la digestione

L’Olio Extravergine di Oliva è utilizzato da sempre per proteggere l’apparato digerente. L’olio di oliva è facile da digerire e non solo: aiuta tutto l’apparato a funzionare meglio. In che modo? Salvaguardando le pareti dello stomaco e facilitando la produzione di bile. L’olio d’oliva inoltre sprona il pancreas a produrre il succo pancreatico e migliora la funzionalità intestinale.

 

 


L’Olio Evo e i suoi valori nutrizionali

L’Olio Extravergine di Oliva possiede un’alta digeribilità che in pochi conoscono, oppure, per chi ne è al corrente, non ne valorizza a sufficienza questa importantissima particolarità.
E’ una verità incontrastata, ma in pochi infatti ne sono a conoscenza.

Paradossalmente, in molti pensano che siano proprio gli oli da semi i più leggeri e digeribili, al punto da far saltare le recinzioni come abbiamo potuto constatare da diverse pubblicità.
Ma tutto questo è sbagliato.

La digeribilità dell’Olio di Oliva è invece assolutamente superiore a quella degli altri grassi alimentari. Bloccando convenzionalmente a 100 la digeribilità dell’Olio di Oliva, avremo questo tipo di valori di riferimento:

  • Olio di oliva: 100
  • Olio di girasole: 83
  • Olio di arachide: 81
  • Olio di lino: 79
  • Olio di sesamo: 57
  • Olio di papavero: 48
  • Olio di mais: 36

C’è chi ancora non ha le idee sufficientemente chiare. Eppure non ci sono dubbi al riguardo. Tra tutti i grassi alimentari, è proprio l’Olio di Oliva il più digeribile.

L’olio d’oliva è un vero e proprio pilastro della cucina italiana, un alimento indispensabile per alcune gustosissime ricette gastronomie.

  • Un’oliva verde apporta in media 6 Calorie contro le 15 Calorie di un’oliva nera.
  • 100 g di olive verdi apportano 118 Calorie, mentre 100 g di olive nere apportano 290 Calorie.
  • L’olio di oliva apporta 900 Calorie per ogni 100 g
  • 1 cucchiaino di olio d’oliva 45 Calorie
  • 1 cucchiaio di olio extravergine apporta 108 Calorie

Per 100 g l’olio d’oliva apporta inoltre i seguenti valori nutrizionali:

  • 100 g di lipidi
  • 2 mg di sodio
  • 1 mg di potassio
  • 0 proteine
  • 0 colesterolo
  • 0 glucidi

L’olio di oliva è il più digeribile tra gli oli, resiste meglio alle alte temperature, fatture che lo rendono indicato per friggere, anche più degli oli di semi (260° del punto di fumo dell’olio di oliva contro i 240 ° dell’olio di arachidi).


I dati scientifici sulla digeribilità dell’Olio Evo

L’olio extravergine di oliva è l’olio più facile da digerire perché ricco in acidi grassi monoinsaturi, un’importante caratteristica che lo rende più rapido a digerirsi rispetto a grassi vegetali. Per questo è consigliato a tutti, grandi e bambini.
Gli altri componenti dell’olio conferiscono l’aroma che incita la secrezione dell’apparato digerente, migliorando ulteriormente la digeribilità del pasto.

Oggi recenti studi sul consumo di olio di oliva e la tolleranza gastrica hanno sottolineato come l’olio extravergine di oliva, a differenza della maggior parte dei grassi alimentari, non rallenta il tempo di svuotamento gastrico e non modifica la secrezione acida.
Quindi l’olio di oliva ne possiede un’ottima tolleranza.

Il burro si è rivelato essere il grasso meno tollerato, in quanto causa un accrescimento del tempo di svuotamento gastrico.

L’olio di girasole ha rivelato effetti intermedi fra l’olio ed il burro. Un altro punto a favore è dato dal fatto che l’olio extravergine di oliva favorisce la produzione di bile e ne migliora la composizione: cioè attiva il flusso biliare, migliorando la digestione e la funzionalità del fegato.

Preso ad uno o due cucchiai al mattino a digiuno, l’olio di oliva è un ottimo trattamento per la stitichezza cronica semplice: non a caso rappresenta uno dei “rimedi della nonna” per questo tipo di problematica.


A chi va consigliato?

L’uso dell’olio extravergine di oliva per trattare l’apparato digerente può muoversi dal bambino fino all’anziano. Grazie alla sua sicurezza, l’olio è un elemento essenziale per un’alimentazione equilibrata, ma anche per alleviare diversi sintomi.

È somministrabile già a partire dallo svezzamento: ad esempio, mangiando omogeneizzati e pappe a base di carne, pesce, verdure conditi con un filo di olio extravergine di oliva. Qui l’olio gioca un ruolo preventivo: passando a cibi nuovi, è possibile che il bambino possa avere problemi di stitichezza.

Grazie ai suoi innumerevoli benefici viene consigliato anche in gravidanza, in cui la stitichezza si manifesta di pari passo con l‘acidità di stomaco e il reflusso dopo i pasti. Un rimedio per mamma e bambino che sfocia in un  momento di vita bellissimo!

L’olio extravergine di oliva può essere utilizzato per analizzare e migliorare quei “fastidi” di cui spesso soffriamo durante le nostre giornate: favorire una buona digestione ed un buon passaggio intestinale avrà effetti non solo sul nostro umore, ma anche sul nostro stato di salute!

E’ importante comunque ricordare che l’olio extravergine di oliva non può andare a sostituire medicinali: in caso di patologie di una certa entità, rivolgetevi sempre al vostro medico.


Acquista il nostro Olio e godi di queste proprietà, ricette e curiosità !

ACQUISTA ORA !


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.