Caltabellotta - Azienda Olio dei Monti Sikani

Chi siamo

La nostra Azienda 

Ulivi Olio dei Monti Sikani

è situata nella parte collinare del lembo Meridionale dei Monti Sikani ed è influenzata dal clima temperato del mar Mediterraneo.

Si estende per circa 4 Ha (Ettari) dislocate in diverse Contrade del territorio di Caltabellotta (Contrada San Leonardo, Contrada Martusa-Serra d’arancio, Contrada Chimino.) a Sud-Ovest della Sicilia.

Percorrendo le zone collinari della Nostra Azienda si fanno fantastici incontri di piante anche di ulivo secolari, con tronchi contorti ed attorcigliati, quasi avvitati su se stessi.

la coltivazione della superficie olivetata comprende 1000 piante rappresentata essenzialmente dalla cultivar “Biancolilla di Caltabellotta” che da sola copre il 90% della varietà coltivata dalla Nostra Azienda.

Questa varietà produce un olio DOP extravergine di oliva ed appartiene agli oli di oliva a “Denominazione di Origine Protetta Val di Mazara“.


Le origini

della Nostra Azienda  risalgono al 1930, quando i nostri avi coltivavano la cultivar “Biancolilla di Caltabellotta” per uso personale.

Dopo la II Guerra Mondiale, dal 1946, l’azienda si è estesa ed ingrandita per arrivare a produrre un’ elevata quantità d’Olio per la commercializzazione.

Ad oggi l’azienda è composta dall’unione di più produttori agricoli in ambito familiare che permette il reciproco scambio di esperienza sia nella coltivazione che nella raccolta.


La Qualità

Il nostro Olio dei Monti Sicani è un prodotto davvero unico perché porta dentro di sé l’odore, il sapore, la stessa natura di dove è nato.  Per questo è stato necessario promuovere e sviluppare un’ olivicoltura basata sulla coltivazione e sulla trasformazione di olive Autoctone, al fine di ottenere un Extravergine DOP con caratteristiche aromatiche specifiche e tipiche del Nostro territorio di provenienza.


Perchè “Sikani”

Caltabellotta - Azienda Olio dei Monti SikaniContesa, dominata, saccheggiata e distrutta dai popoli che hanno occupato la Sicilia, è sempre riuscita a sopravvivere e a rigenerarsi. È Caltabellotta, la cittadina montana adagiata sul Kratas, un lembo meridionale dei Monti Sicani, una delle più antiche città della Sicilia.
La sua posizione straordinariamente forte le ha permesso di essere un punto strategico rilevante che l’ha resa protagonista, per oltre duemila anni, della storia di tutto il territorio che va dal fiume Belice al fiume Platani.

Necropoli sicane - CaltabellottaDiverse testimonianze archeologiche attestano la sue antiche e nobili origini. Già fiorente città sikana, nel VI sec. a.C. i greci cambiarono il suo nome originario (forse Inycon o Kamikos) in Triokala, a sottolineare le sue tre qualità: abbondanza d’acqua, fertilità del suolo, saldo presidio naturale. Teatro della II guerra servile (103-99 a.C.) che oppose gli schiavi all’oppressione di Roma, Triokala fu devastata dai Romani e poi ripopolata. Fu fra le prime sedi vescovili in Sicilia e fiorente centro bizantino. Gli arabi diedero alla città l’impronta urbanistica tipicamente islamica e il nome di Kalat-al-Ballut (fortezza delle Querce), da cui deriva l’odierno Caltabellotta. Nel suo centro storico impreziosito da Chiese di varie epoche, i normanni edificarono un Castello in cui venne molto probabilmente firmata la storica Pace di Caltabellotta.